Tag Archives: spring

Tentacles

tent01
tent02
tent03

Investigando ulteriormente nella modellazione di coni e clindri al fine di poter generare alberi realistici, ho preso (come é naturale se si usa Processing) tutta un’altra strada; per realizzare ciò che avevo in mente avevo due problemi da risolvere: (1) orientare un oggetto nella direzione di un punto in continuo movimento e/o generato randomicamente e (2) scrivere una funzione di branching per i rami. Il punto 1 mi sembrava ragionevolmente semplice da risolvere, ma ben presto mi sono reso conto che non lo era affatto. Il punto 2, senza aver risolto il punto 1 era inutile affrontarlo. Grazie all’aiuto di Dave Bollinger però ho potuto fare il reverse-engineering del codice che descrive le coordinate sferiche ed in particolare, dato un punto iniziale ed uno finale, trattarli come fossero il centro ed un punto sulla superficie di una sfera e quindi calcolare raggio e rotazione sugli assi.

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
// Let particle b coords be the desired base center, and particle a coords be the desired top center.
Particle a;
Particle b;
//If that's where the center of the base stays, then the center of the top needs to end up at:
PVector c = new PVector(a.position().x()-b.position().x(),a.position().y()-b.position().y(),a.position().z()-b.position().z());
float h = dist(0,0,0,c.x,c.y,c.z);
//then define the radius
float r = sqrt(pow(c.x,2)+pow(c.y,2)+pow(c.z,2));
float theta = atan2(c.y,c.x);
float phi = acos(c.z/r); //thank you Dave!
pushMatrix();
//now translate to b position
translate(b.position().x(),b.position().y(),b.position().z());
//and rotate the new tentacle segment
rotateZ(theta);
rotateY(phi);
rotateX(-HALF_PI);
//Segment to rotate
popMatrix();

Queste poche righe, in Processing permettono di ruotare un qualsiasi oggetto nella direzione definita da un altro sistema di coordinate; se volete usarlo per i vostri esperimenti, troverete la Applet corredata di classi nel link sotto al video, o anche qui; col mouse e tasto sx premuto potete ruotare la bestia, e avvicinarvi ed allontanarvi col tasto dx.

Tentacles.
Il mostro é nato perchè una volta trovato il modo di orientare i nuovi coni verso la direzione voluta, ed avendo definito ognuno dei due punti di ancoraggio del cono (centro della circonferenza inferiore e centro della circonferenza superiore) con altrettante particelle unite da una spring (una molla), ecco che variando le distanze variava la lunghezza del cono ed anche (per via del ‘molleggio’ e qualche altro parametro) la rotazione. E’ stato un attimo creare tentacoli. Le particelle e le springs sono realizzate con la libreria per Processing traer.physics la quale permette anche – dato un sistema di particelle – di definire una gravità sui 3 assi ed un attrito. Applicando attrito, una gravità negativa sull’asse y, una differente massa per ogni particella del tentacolo (crescente verso la parte più lontana dalla base) ed una gravità che varia continuamente tra -1 ed 1 sull’asse x, ecco che i tentacoli hanno iniziato a muoversi sinuosamente e l’effetto finale é davvero naturale. Ho aggiunto una texture ‘urticante’ et voilà: Tentacles. Una bestia velenosissima – in genere le creature marine con colori sgargianti sono sempre velenose.

magTentacle http://www.openprocessing.org/visuals/?visualID=7207 – GC Mingati