Tag Archives: photography

my Flickr PhotoSphere

fps04
flickrsphereboth
Applet and source code: http://www.openprocessing.org/visuals/?visualID=17064 Type a search term and press ENTER; UP/DOWN keys toggles images/descriptions. made with Processing.

This thread has lit the spark! Using the code provided by Gustav Bjordal in his PhotoWall sketch, I developed a very quick prototype wich a) connects to the Flickr API service and performs a query with a user-defined keyword, b) parses (with the proXML lib, tho I could have used the default processing xml parsing cababilities) the response, c) creates a matching number of texturized boxes, d) draws a sphere made of randomly sized boxes properly rotated along the surface. It is a signed Applet (Applets are normally executed in a sandbox that prevents them from accessing the local hard disk/network) so you’ll have to grant all the alerts that may pops up at first run.

Not the smartest way to query Flickr, but it’s been cool to code.
Applet and source here.
Merry Christmas, everyone!

Ken Schles uses slideViewerPro

kenschles
Image credits: Ken Schles photography – portaits page. featuring slideViewerPro.

Tre o quattro settimane fa, il fotografo Ken Schles mi ha contattato chiedendomi se potevo aiutarlo ad implementare slideViewerPro (il mio jQuery gallery engine) sul suo sito; mi capita abbastanza spesso di ricevere richieste di ‘aiuto’ o di implementazioni di nuove features. Questo ‘Ken’ mi aveva inviato anche una url per vedere come stava implementando l’engine e per farsi aiutare a risolvere alcuni problemi di allineamento su altri elementi della pagina; incollo la url nel browser e appena parte lo slider ecco apparire volti molto noti, tra i quali mi sembra di riconoscere Rod Stewart, Alicia Keys e Martin Scorsese. Dico, ma chi é questo Ken? Leggo la sua bio e mi accorgo che é uno dei fotografi americani più noti ed importanti, con esposizioni permanenti al MoMa di New York, autore di libri definiti una “intellectual milestones in photography” (Süddeutsche Zeitung) e di foto degli album di rock bands come Cypress Hill e Green Day, solo per citarne alcune. Insomma un pro della macchina fotografica.

In un primo momento ho tentato di applicare qualche fix al CSS ma mi sono subito reso conto che avendo Ken costruito quel sito nell’arco di alcuni anni, si era portato dietro parecchie incongruenze e ripetizioni inutili nelle dichiarazioni; un altro grande problema risiedeva nel fatto che nessuna pagina aveva lo stesso markup della precedente: ogni pagina era unica. Ovvio, un progetto amatoriale ma tutto sommato abbastanza bene eseguito; si vede che usa un Mac e che il suo browser di riferimento deve essere Safari: ha usato selettori ed animazioni ‘tipiche’ del webkit, molto avanzate e questo mi ha stupito. Comunque, mi sono proposto di riscrivere per intero il CSS e anche i templates dai quali avrebbe potuto continuare da solo a ricodificare l’intero sito; era l’unico modo – fra l’altro – di far funzionare correttamente la gallery e rendere la grafica consistente in tutte le pagine. Oggi lo ha pubblicato e sono davvero contento di averlo aiutato a ricostruire questo suo sito, nel quale evidentemente ha investito ore di lavoro e voglia di imparare. Bravo Ken.