Tag Archives: hosting

moving to the (gs) Grid-Service

mt gridserviceConfermo che se dovessi consigliare un hosting provider a qualcuno gli direi di affidarsi a (mt) MediaTemple, come ho fatto io nel ‘lontano’ 3 dicembre 2002 quando già si parlava di mt perché sembrava essere il provider de-facto per la maggior parte dei siti di designers di fama internazionale e Fortune-500 companies. E infatti da allora, zero problemi. Ieri ho ricevuto una mail da mt nella quale mi si chiedeva di passare (gratuitamente) al Grid-Service poichè il ‘vecchio’ Shared-Server sarebbe stato dismesso a partire dal prossimo 19 luglio. mt ha predisposto una ‘Migrate to the Grid’ web app dalla quale ho potuto – davvero con 3 click – registrare il nuovo DNS, backuppare, migrare e far funzionare il tutto in 12 ore! Una breve interruzione di servizio (5 minuti) e nessun problema di DB, connessioni o malfunzionamenti.

(gs) is a cluster-based, modern hosting service powered by hundreds of servers working in tandem to power your websites, applications and email with unrivaled power, burstability and reliability. The Grid system is designed for continuous operation 24/7/365.

Da oggi, sempre per soli 100 USD annuali (prezzo per una soluzione ‘lite’) ho 50GBs di spazio, 512GBs di network transfer mensile disponibile, antispam, rinnovato custom control panel, 100 databases.

network transfer

Ma quanto costa questo network transfer?
Ho scoperto che la popolarità – passatemi il termine – di alcune pagine di questo sito è talmente elevata (e mi fà piacere, ovviamente) che mi si bruciano più di 30 Gigabytes di network transfer ogni mese; stando alle statistiche della mia (mt) hosting solution, questo sito ha più di 80.000 hits al giorno e circa 4000 visite totali alle singole pagine dei miei plugins jQuery (slideViewer in testa). Google Analytics lo conferma.

Cosa sono le hits e cosa sono le page views? In pratica ogni hit rappresenta la richiesta da parte di un browser di ogni singolo elemento di una pagina – per esempio una pagina con 1 file esterno css, 1 file immagine e la pagina stessa sono 3 hits e 1 page view. E questo, se si supera un certo limite ha un costo: essendo cliente di MediaTemple (mt) dal 2002 ed essendo rimasto sullo shared server, pago poco meno di 120 euro l’anno; oggi, usare (mt) come hosting provider costa almeno 20$ al mese (240 l’anno) … quindi mi tengo il mio servizio base con i suoi limiti di network transfer.
Fino a pochi mesi fa non avevo mai dato uno sguardo a questa faccenda del consumo mensile di banda, ma queste due pagine su jQuery sono a loro volta linkate dalla lista di plugin del sito jQuery (sulla quale chiunque sviluppi un plugin può linkare il suo lavoro) ed è da lì che arriva tutto questo traffico. Inoltre, slideViewer è spesso linkato da quei post sulle “migliori 10, 100, 1000 javascript galleries e/o ajax solutions per il tuo sito” e da lì parte altro traffico.

Ho potuto verificare che se una pagina è molto linkata ed il testo in essa contenuto (ma anche i tags H1, H2 e in genere i tags di intestazione) corrisponde ad un certo tipo di keywords (come per esempio slider, viewer, jquery), ecco che cercandole con Google il primo link è sempre quello alla pagina di slideViewer servita dal mio account su (mt). Insomma sale il PageRank, il famoso algoritmo col quale Google indicizza il world wide web… e diminuisce il network transfer disponibile per il mese.

Ma… a proposito di PageRank:

Loading the player…


Google, the Master Plan. © 2007 O. Halici, J. Mayer

Insomma, sforare i 30 Giga di network transfer mensili si traduce in un sovraprezzo di $.50 per Giga in più e – ad oggi – siamo già a 4 in più. Non mi resta che diminuire la qualità delle immagini dei miei sliders (peccato) perchè ogni giorno tutte le immagini di quelle pagine vengono servite a 2-3000 utenti e così si fà presto a raggiungere i 30 Giga prima della fine del mese.

WordPress 1.5.2

Questo sito funziona con WordPress, a state-of-the-art semantic personal publishing platform with a focus on aesthetics, web standards, and usability.
Ieri sera avevo ben pensato di upgradare WP alla versione 2.1; ho scaricato dal sito lo zip, ho salvato dal mio server le pagine di cui avevo modificato qualcosa nel frontend e ho cancellato la vecchia versione. Contando sul fatto che i miei post fossero sul db ho cancellato e riuploadato il contenuto del folder wordpress.
Rilancio la url e mi accorgo che ho fatto un casino. Primo ho perso tutti gli upload jpg. Secondo e più grave, il mio old-styled shared server su MediaTemple ha la versione 3 di mySQL e che, sentite sentite, WP2 gira solo col la versione 4. Bene, scrivo a MT ma mi rispondo che

MySQL 4 is not available on the (ss) Shared Server. If you need a newer version of MySQL you will need to migrate to the (gs) Grid Server

Sfortunatamente questo costerebbe 20$ al mese, che per ora non vale la pena di investire. Così sto faticosamente ri-inserendo i vecchi post, le categorie ecc nella vecchia 1.5.2 che ho riscaricato.
Fortunatamente tutte le cose senza senso che vevo scritto qui, erano nel vecchio db e le sto reinserendo. Un grazie spaciale a Leo, che mi ha aiutato a capire come rifare l’installazione ed il dump del db.

Sarà una buona occasione per fare un nuovo tema (xHTML + CSS) per questo sito, che salvo decisioni in merito di budget per l’hosting, continuerà ad essere versione 1.5.