la Casta

castaMi è capitato tra le mani questo libro, la Casta, che con cifre alla mano denuncia la mala politica italica e i suoi esorbitanti co$ti. Nessuno a sinistra lo ammette, tutti contro Silvio, lo si voleva morto… ma è meglio adesso? Oh li avete votati voi, sull’onda dell’antinano. Ora siamo governati da una casta, inamovibile, retrograda e radicale, che da anni sta facendo sprofondare questo Paese, azzera le speranze, annulla la competitività, distrugge il mondo del lavoro e sembra, per i delinquenti, il paese del bengodi. Eh sì, non v’è certezza della pena, quindi perchè non delinquere – a tutti i livelli?

Aerei di Stato che volano 37 ore al giorno, pronti al decollo per portare Sua Eccellenza anche a una festa a Parigi; palazzi parlamentari presi in affitto a peso d’oro; finanziamenti pubblici quadruplicati rispetto a quando furono aboliti dal referendum. Rimborsi elettorali 180 volte più alti delle spese sostenute; organici di presidenza nelle regioni più “virtuose” moltiplicati per tredici volte in venti anni.

Spese di rappresentanza dei governatori fino a dodici volte più alte di quelle del presidente della Repubblica tedesco!!! Province che continuano ad aumentare nonostante da decenni siano considerate inutili. Indennità impazzite al punto che il sindaco di un paese aostano di 91 abitanti può guadagnare quanto il collega di una città di 249mila; candidati “trombati” consolati con 5 buste paga. Presidenti di circoscrizione con l’auto blu.

La politica italiana é diventata una oligarchia insaziabile; storie stupefacenti, numeri da bancarotta, aneddoti spassosi nel reportage di due grandi giornalisti. Un dossier impressionante, ricchissimo di notizie inedite e ustionanti. Che dovrebbe spingere tutti noi a dire: basta.

Vi consiglio di leggere questo libro, di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella: la Casta: così i politici italiani sono diventati intoccabili.
Apriamo gli occhi.